Il Monastero

Il nuovo Monastero è sorto piano piano, in una zona fuori le mura di Urbino dove c’erano cascine e casolari, all’inizio del secolo XX dopo il trasferimento delle ultime monache clarisse dall’antico monastero di S. Chiara, oggi sede dell’ I.S.I.A. Attraverso successivi interventi e costruzioni la struttura ha assunto la fisionomia attuale fino al 1967-68. Nel 2000 è stato effettuato un primo intervento di ristrutturazione che ha interessato la parte interna del monastero destinata alla clausura.
Il monastero, a ridosso delle mura della città, comprende la chiesa con un coro ligneo, una biblioteca, che viene adibita all’occorrenza a sala per incontri, un orto e un ettaro circa di terreno (bosco).
Dispone di un appartamento per l’ospitalità (soprattutto di famiglie) situato in una palazzina distaccata poche decine di metri dal monastero che può ospitare fino ad un massimo di 18 persone.