Il Monastero

A Sassoferrato (provincia di Ancona), nel cuore delle Marche, dal 1253 è presente una fraternità di “Sorelle Povere”, la cui forma di vita è: “osservare il santo Vangelo del Signore nostro Gesù Cristo,vivendo in obbedienza senza nulla di proprio e in castità” (Regola di S.Chiara).

La nascita del Monastero S. Chiara in Sassoferrato è da iscriversi all’interno del vasto movimento religioso femminile che percorse l’intera Europa nel XIII secolo, anche se non abbiamo più documentazione contemporanea sulla sua origine a causa di un incendio che distrusse nel sec. XV l’archivio del Monastero. Rimane un foglio di quattro pagine dal titolo: “ Notizie sopra la fondazione del monastero”, fatto compilare verso la metà del 700 dalla Abbadessa Albertini. Rimane una tradizione ininterrotta che può essere comparata con lo studio della rapida fortuna del movimento damianita anche in terra marchigiana.

Nel corso dei secoli il Monastero e la comunità che lo vive, è al centro di numerose vicissitudini ma rimane comunque funzionante e costantemente abitato e mantenuto da una piccola comunità di Suore, ad oggi 5, che si occupano della gestione del Monastero e qui portano avanti le attività caratterizzanti la loro vita quotidiana come la preghiera e il lavoro.

Monastero Santa Chiara Sassoferrato